CORSI
CORSI

incontri di DANZA CONTEMPORANEA

conducono in alternanza Chiara Bortoli, Silvia Bugno, Francesca Foscarini

il mart dal 1 ottobre
h 19:30 - 21:30

Un calendario di incontri strutturati come lezioni-laboratorio, a comprendere elementi di studio del corpo e del movimento nelle sue differenti dinamiche, e percorsi di improvvisazione e ricerca.

L'alternanza alla conduzione del corso delle tre danzatrici-coreografe permetterà di avvicinare e approfondire modalità differenti, di arricchire e diversificare il proprio bagaglio di esperienze.

Gli incontri si rivolgono a chi ha già una buona esperienza di lavoro sul corpo, il movimento, la coordinazione nella dinamica.

Calendario ottobre-dicembre 2019:
1 ottobre: Silvia Bugno
8 ottobre: Silvia Bugno
15 ottobre: Silvia Bugno
22 ottobre: Francesca Foscarini
29 ottobre: Francesca Foscarini
5 novembre: Silvia Bugno
12 novembre: Francesca Foscarini
19 novembre: Francesca Foscarini
26 novembre: Chiara Bortoli
3 dicembre: Chiara Bortoli
10 dicembre: Chiara Bortoli
17 dicembre: Chiara Bortoli



quote di partecipazione:
mese: 65€
trimestre: 180€

+ 20€ tessera associativa ARTEMIS
→ per informazioni e iscrizioni tel. 348 0383281- info@spaziovoll.it
→ presso VOLL - via Luca Della Robbia 19 - Vicenza (zona S.Pio X)
  Silvia Bugno
Danzatrice, insegnante, Danzeducatore ® e direttrice del Centro sperimentale danza Teatro di Treviso che si occupa di formazione e promozione della danza contemporanea e del teatrodanza.
Da vent’ anni svolge attività di insegnamento utilizzando un approccio attento sia alla formazione tecnica che a quella artistica.
E' assistente di Domenico Santonicola nei corsi di teatro danza e danceability rivolti a ragazzi disabili.
Si forma e specializza nella danza contemporanea con Maestri tra i quali Carolyn Carlson, Malou Airaudo, Nienke Rehorst, Giorgio Rossi e Raffaella Giordano.
Danza in compagnie nazionali tra cui la Sosta Palmizi ed è autrice, coreografa di vari Soli tra cui “Graffio”
(finalista al premio Giovane Danza d'Autore 2008).
LO SPAZIO DANZATO :
Lo spazio come compagno, come qualcosa in cui immergersi e raccontarsi, dove trovare connessioni e ricordi, dove disegnare la propria danza di volumi vuoti e pieni, dove sedimentare il proprio peso e farne forma dinamica e vibrante.
Ciò che cerco di stimolare è un approccio alla tecnica della danza contemporanea a servizio di un sentire profondo e ampio, in connessione con se stessi, con lo spazio e il peso, con le persone con cui si danza. Un dialogo continuo fra la concretezza del gesto e l'immaginario onirico ed emotivo che ne scaturisce sollecitando una presenza fisica il più possibile autentica e creativa.
  Francesca Foscarini
FRANCESCA FOSCARINI (1982) è danzatrice, coreografa e insegnante. Il suo percorso formativo è segnato dall'incontro con maestri della scena internazionale (Yasmeen Godder, Sara Wiktorowicz, Iris Erez, Emio Greco, Roberto Castello) con i quali ha avuto modo di approfondire il linguaggio della danza contemporanea e dell'improvvisazione, arricchendo e personalizzando il suo linguaggio espressivo e interpretativo. Al centro della sua ricerca poetica vi è la relazione tra corpo e intenzione, la presenza specifica del performer sulla scena e la sua relazione con il pubblico. I suoi lavori includono: Kalsh (2009), Cantando sulle ossa (Best solo Masdanza 2012, presentato al Festival Avignon Off 2014), Grandmother (premio Equilibrio Roma 2013 per l'interprete), Gut Gift (di Yasmeen Godder, 2014), Vocazione all'Asimmetria (Selezionato da Aerowaves 2017) e Good Lack, trittico sull’assenza (di cui Back Pack debutta a La Biennale Danza Venezia 2016) . Dal 2012 al 2017 è stata interprete per Alessandro Sciarroni in Folk-s e attualmente continua la sua collaborazione come danzatrice con Yasmeen Godder in Two Playful Pink e Simple Action. Vince nel 2015 il Premio Positano come danzatrice dell'anno sulla scena contemporanea. Il 2018 la vede impegnata nella realizzazione dell'assolo Animale interpretato da Romain Guion, co-prodotto da La Biennale Danza Venezia 2018. Insieme a Marco d'Agostin e Giorgia Nardin è fondatrice dell'Associazione VAN (2013), organismo di produzione della danza supportato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

www.francescafoscarini.it
  Chiara Bortoli
CHIARA BORTOLI è danzatrice, performer, coreografa. Il suo lavoro muove dalla danza contemporanea per estendere pratiche e contesti nella direzione della performance art e delle arti visive.
Si forma come danzatrice a Tolosa, Parigi, New York, Bali e Giava, con maestri quali Wes Howard, Karin Waehner, Hans Zulig, Maggy Black, Cristina Formaggia, e con i danzatori della Trisha Brown Dance Company e della Merce Cunningham Dance Company.
Dal 1987 al '98 vive e lavora a Parigi.
Danza nelle compagnie di Andy De Groat, Fattoumi-Lamoureux, Bernardo Montet, Gladys Sanchez, partecipando a tourné internazionali e ai maggiori festival del settore.
Partecipa a progetti estemporanei con altri coreografi, tra cui Philippe Decoufflé per il Defilé Goude sugli Champs Elysées in occasione del Bicentenario della Rivoluzione Francese.
Nel 1995 ottiene il Diploma per l'insegnamento della danza contemporanea presso l'IFEDEM di Parigi.
Di ritorno a Vicenza nel 1998 inizia la sua ricerca coreografica con la produzione di diversi spettacoli, performance, happening: Niňa, Liebes Lied/Canto d'amore, Anguane, Perimetral, Suite orientale, Buio bianco, Se terra se nebbia, Quella segreta lentezza, anche in collaborazione con i musicisti Gabriele Grotto, Andrea Cera, Giuseppe Dal Bianco, Veniero Rizzardi, Debora Petrina.
Continuano le collaborazioni in progetti di danza e di teatro con altri artisti: il regista Giorgio Fabbris, il musicista François Possémé e il gruppo rock Complot (Bretagna).
Firma la regia di alcuni lavori di Pippo Gentile e Ullateatro ("Storia di una sirenetta" e "Gnam"; co-regia "M" per il gruppo DinDonDown) , di Matteo Maffesanti e il collettivo Elevator Bunker (collaborazione alla regia di "Shoe").
Tra il 2015 e il 2016 è accompagnatrice alla ricerca nel progetto coreografico di Francesca Foscarini "La vocazione all'asimmetria".

Nel 2005 è fondatrice del collettivo Jennifer rosa. Partecipa a tutti i suoi lavori, firmando la maggiorparte degli interventi performativi.
Nel 2000 è co-fondatrice e attuale presidente dell'associazione culturale ARTEMIS, nel cui ambito conduce corsi, laboratori e attività organizzativa.
Nel 2008 è co-fondatrice dell'associazione REV – rete veneta arti performative.

www.jenniferrosa.org