DI SANA PIANTA
DI SANA PIANTA

ECOLOGIA PROFONDA pensieri oltre l'Antropocene

conversazione con Gianni Frigo

mercoledì 16 sett 2020
h 20.30

Nella Treccani si trova: Antropocène s. m. – Termine divulgato dal premio Nobel Paul Crutzen, per definire l’epoca geologica in cui l’ambiente terrestre, inteso come l’insieme delle caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche in cui si svolge ed evolve la vita, è fortemente condizionato dagli effetti dell’azione umana.

Chi ha coniato questo termine lo ha inteso come l’epoca in cui la nostra specie trasforma e adatta a se e alle sue necessità i diversi ecosistemi, sottraendosi così alla pressione selettiva dell’ambiente attraverso l’uso sempre più massiccio di fonti di energia non rinnovabili.
Ma in ecologia sappiamo che per ogni sistema qualsiasi semplificazione delle reti trofiche comporta una diminuzione di capacità portante e di omeostasi! Tradotto: ogni volta che trasformiamo un ambiente naturale complesso - come un bosco o una prateria primaria - in una realtà antropica più semplice - come un campo o, peggio ancora, una zona edificata - diminuiamo la capacità di quell’area di produrre sostanza organica, e quindi di sostenere viventi, nonché di reagire alle eventuali perturbazioni per ritornare all’equilibrio.

E se Vaia e il Covid19 fossero, semplicemente, due dei modi in cui il pianeta reagisce alla perturbazione chiamata Homo sapiens sapiens?


→ presso COOPERATIVA SOCIALE INSIEME - via Basilio Dalla Scola 255, Vicenza

→ partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria: disanapianta.conversazioni@gmail.com
  GIANNI FRIGO
Dottore in Scienze Forestali, Socio e Past-President della Sezione CAI di Bassano del Grappa; Operatore Naturalistico e Culturale Nazionale (ONCN) e Accompagnatore di Escursionismo con specializzazione in Ambiente Innevato (AE-EAI) del CAI; Past-President del Comitato Scientifico Veneto Friulano-Giuliano; componente del Comitato Scientifico Centrale e della Struttura Operativa CAI-Scuola per la quale ha svolto il ruolo di Direttore Tecnico in due corsi di aggiornamento nazionali per insegnanti delle Secondarie Superiori nell’ambito dei protocolli CAI/MIUR.
Guida Naturalistico-Ambientale della Regione Veneto, Botanico-Naturalista e appassionato di Storia, svolge la propria attività come docente di ruolo in Scienze nei Licei, libero professionista Forestale, accompagnatore e divulgatore presso le Sezioni e Scuole del CAI e scuole pubbliche. Tra i fondatori del gruppo “Guide naturalistiche dell’ Altopiano di Asiago” in cui opera. Guida naturalistca dell’ Altopiano di Asiago.
Partecipa alla realizzazione dell’Almanacco dell’ONC e ha collaborato alla redazione di molte pubblicazioni tra le quali “Alberi: le colonne del cielo” (Cardo d’argento 2008).