SEMINARI
SEMINARI

WORKSHOP con FRANCESCA FOSCARINI

trasmissione della partitura coreografica di GUT GIFT

2 - 3 luglio 2016
sab.14.30 - 18.30 dom.10.30-14.30

GUT GIFT è l'assolo creato da Yasmeen Godder per Francesca nel 2014. Ogni incontro prevede un riscaldamento guidato, per lasciare spazio, nella seconda parte, alla trasmissione della partitura coreografica di Gut Gift e ad alcune pratiche d'improvvisazione che permetteranno a ciascuno di trovare la propria qualità interpretativa.

"L'incontro con Yasmeen Godder segna per me un momento molto importante del mio percorso di interprete e coreografa. Con Gut Gift, creato in seguito al premio Premio Equilibrio per l'interprete (Roma 2013), si rivela per me un nuovo modo di stare sulla scena e in relazione con il pubblico. L'uso dello sguardo, come ponte tra il mio essere performer e lo spettatore, il senso dell'accadere in tempo reale, la capacità di trovare sempre nel movimento una ragione di esistere, il riconoscimento dell'origine interna che muove il corpo, una chiarezza nell'intenzione e nello stare nel corpo e nello spazio, sono tutti elementi imprescindibili a questa danza. Elementi che vanno allenati per poterne avere il controllo, per potersi appoggiare ad essi e far risuonare di verità anche il movimento scritto, imparato e ripetibile. Ogni incontro prevede un riscaldamento guidato, dove il respiro, l'uso del peso e degli appoggi, il senso di gravità condurranno l'allievo in dinamiche via via sempre più complesse ed articolate, per lasciare spazio, nella seconda parte, alla trasmissione della partitura coreografica di Gut Gift." F.F.

quota di partecipazione: 80,00 €
+ tessera associativa ARTEMIS 10€
→ per informazioni e iscrizioni tel. 348 0383281- info@spaziovoll.it
→ presso VOLL - via Luca Della Robbia 19 - Vicenza (zona S.Pio X)
  Francesca Foscarini
“Da diversi anni mi occupo di danza contemporanea come danzatrice, insegnante e coreografa. Questi tre modi di praticarla sono in costante comunicazione tra loro, si autoalimentano e s’influenzano a vicenda. Sono accomunati dall’esplorazione e dalla ricerca, volte a creare possibilità, libertà, giocosità, sospensione, mettendo il corpo, con le sue infinite possibilità espressive, al servizio di un’idea o semplicemente di un sentire. Mi piace pensare di potermi affidare all’intelligenza dell’inconscio, così da non sapere dove mi ritroverò: se in fondo al mare, in cima alla collina, sul crinale della montagna, su una piazza affollata, alla deriva. Credo che nella mia danza ci sia tutto il desiderio di un altro tempo, di un altro spazio, di un altro io. C’è il privilegio, che la scena regala, di potersi liberare, per un po’, di chi si è”.

Francesca Foscarini è danzatrice, coreografa e insegnante. Tra le creazioni ricordiamo Kalsh (Anticorpi XL 2009, Selezionato dai Visionari 2010), Cantando sulle ossa (Anticorpi XL 2011, Premio Mas Danza 2012, selezione Aerowaves 2012), Grandmother (Premio Equlibrio per l’interprete 2013), Gut Gift (2014), creato con Yasmeen Godder, Vocazione all’Asimmetria (selezione Aerowaves 2016), Good Lack (2016), trittico sull’assenza, Animale (Biennale Danza Venzia 2018), assolo creato per Romain Guion e ispirato all’opera di Antonio Ligabue, Oro. L’arte di resistere (2018) commissionato dal CSC di Bassano del Grappa, creato insieme a Cosimo Lopalco e ai danzatori di Dance Well – movimento e ricerca per Parkinson. Come interprete lavora per Yasmeen Godder (Two Playful Pink, Simple Action), precedetemente con Alessandro Sciarroni (Folk-s), Marco D’Agostin (Per non svegliare i draghi addormentati) Roberto Castello (Il migliore dei mondi possibili), Ullallà Teatro Animazione. Come insegnante collabora regolarmente con il Voll di Vicenza, Orizzonte Danza di Schio, e saltuariamente con la Tanzhaus di Zurigo, il CSC di Bassano del Grappa, lo Spazio Danza di Cagliari. Tra i laboratori che conduce ricordiamo LANDing, progetto interdisciplinare ideato insieme a Cosimo Lopalco , Gli animali che dunque siamo, ispirato alle pratiche che hanno portato alla creazione di Animale. E’ attualmente impegnata nella nuova creazione Punk. Kill me please, che la vede nuovamente sulla scena in un duo che si ispira al movimento culturale Punk. Nel 2018 vince il premio Danza&Danza come “coreografa emergente” per le creazioni Animale e Oro. L’arte di resistere e nel 2015 il Premio Positano come “Danzatrice dell’anno sulla scena contemporanea”. Nel 2003 insieme a Marco D’Agostin e Giorgia Nardin fonda l’associazione culturale VAN, organismo di produzione della danza finanziato dal Ministero per i Beni e le attività Culturali.
www.francescafoscarini.it