SEMINARI
SEMINARI

WORKSHOP CON FRANCESCA FOSCARINI

al Parco di villa Guiccioli di Monte Berico a Vicenza

domenica 6 giugno
10.30-13.00

Lasceremo che i nostri piedi ci portino a spasso, in giro per il mondo, senza meta, assecondando il semplice desiderio del nostro sentire, liberi di andare, perché quando si cammina la questione è proprio quella, di andare e non di arrivare.

Predisporremo i nostri orecchi e il corpo tutto, all’ascolto attento.
Cammineremo e scriveremo, appariranno quindi delle danze, saranno tra gli alberi, tra i cespugli, tra i fili d’erba, con il cielo e gli uccelli attorno.
I nostri sguardi ubriachi di verde e di blu, dentro di noi, tra di noi.

"Il vento impetuoso della realtà
è mille volte meglio di qualunque scafandro.
Che senso ha camminare senza il corpo?
Sarebbe come nuotare senz'acqua"
(David Le Breton, Il Mondo a piedi - Elogio della marcia)

quota di partecipazione: 25,00 €
→ iscrizioni entro giovedì 3 giugno
→ per informazioni e iscrizioni tel. 348 0383281- info@spaziovoll.it
→ presso Parco di villa Guiccioli/Museo del Risorgimento e della resistenza, Monte Berico, Vicenza
  Francesca Foscarini
“Da diversi anni mi occupo di danza contemporanea come danzatrice, insegnante e coreografa. Questi tre modi di praticarla sono in costante comunicazione tra loro, si autoalimentano e s’influenzano a vicenda. Sono accomunati dall’esplorazione e dalla ricerca, volte a creare possibilità, libertà, giocosità, sospensione, mettendo il corpo, con le sue infinite possibilità espressive, al servizio di un’idea o semplicemente di un sentire. Mi piace pensare di potermi affidare all’intelligenza dell’inconscio, così da non sapere dove mi ritroverò: se in fondo al mare, in cima alla collina, sul crinale della montagna, su una piazza affollata, alla deriva. Credo che nella mia danza ci sia tutto il desiderio di un altro tempo, di un altro spazio, di un altro io. C’è il privilegio, che la scena regala, di potersi liberare, per un po’, di chi si è”.

Francesca Foscarini è danzatrice, coreografa e insegnante. Tra le creazioni ricordiamo Kalsh (Anticorpi XL 2009, Selezionato dai Visionari 2010), Cantando sulle ossa (Anticorpi XL 2011, Premio Mas Danza 2012, selezione Aerowaves 2012), Grandmother (Premio Equlibrio per l’interprete 2013), Gut Gift (2014), creato con Yasmeen Godder, Vocazione all’Asimmetria (selezione Aerowaves 2016), Good Lack (2016), trittico sull’assenza, Animale (Biennale Danza Venzia 2018), assolo creato per Romain Guion e ispirato all’opera di Antonio Ligabue, Oro. L’arte di resistere (2018) commissionato dal CSC di Bassano del Grappa, creato insieme a Cosimo Lopalco e ai danzatori di Dance Well – movimento e ricerca per Parkinson. Come interprete lavora per Yasmeen Godder (Two Playful Pink, Simple Action), precedetemente con Alessandro Sciarroni (Folk-s), Marco D’Agostin (Per non svegliare i draghi addormentati) Roberto Castello (Il migliore dei mondi possibili), Ullallà Teatro Animazione. Come insegnante collabora regolarmente con il Voll di Vicenza, Orizzonte Danza di Schio, e saltuariamente con la Tanzhaus di Zurigo, il CSC di Bassano del Grappa, lo Spazio Danza di Cagliari. Tra i laboratori che conduce ricordiamo LANDing, progetto interdisciplinare ideato insieme a Cosimo Lopalco , Gli animali che dunque siamo, ispirato alle pratiche che hanno portato alla creazione di Animale. E’ attualmente impegnata nella nuova creazione Punk. Kill me please, che la vede nuovamente sulla scena in un duo che si ispira al movimento culturale Punk. Nel 2018 vince il premio Danza&Danza come “coreografa emergente” per le creazioni Animale e Oro. L’arte di resistere e nel 2015 il Premio Positano come “Danzatrice dell’anno sulla scena contemporanea”. Nel 2003 insieme a Marco D’Agostin e Giorgia Nardin fonda l’associazione culturale VAN, organismo di produzione della danza finanziato dal Ministero per i Beni e le attività Culturali.
www.francescafoscarini.it